Carlo Spiga

Carlo Spiga2018-03-19T18:28:00+00:00

Project Description

Le sue opere si articolano tra diversi ambiti e medium, piccole narrazioni nate nell’osservazione e la condivisione.

Dopo la laurea in pittura all’Accademia di Belle Arti di Sassari, conseguita nel 2008, nel 2012 è stato selezionato per il CSAV Fondazione Ratti, nel 2014 ha preso parte a The Variable Series#9 workshop del percussionista giapponese Seijiro Murayama, tenuto presso O’, Milano e nello stesso anno è stato tra gli artisti selezionati di Aperto_2014_art on the border, a cura del distretto culturale della Valle Camonica.

Dal 2010 è parte di Cherimus, associazione radicata nella zona del Sulcis, in Sardegna, che opera con l’obiettivo di integrare arte contemporanea e identità locali, partecipando a numerose mostre presso: MACC, Museo d’arte contemporanea di Calasetta, MAN, Museo d’arte della provincia di Nùoro, GAM, Galleria d’arte moderna, Milano, NGBK & Künstlerhaus Bethanien, Berlino, Artissima Lido, Torino, GAMeC, Bergamo, MACRO, Roma, MAXXI, Roma.

I progetti di Cherimus si sviluppano a contatto con realtà diverse, in Europa ma anche in Africa, nel 2011 il progetto Chadal, in Senegal, e nel 2014 So Close, in Tunisia.

Nel 2015 Cherimus dà l’avvio al progetto Darajart, a Kibera, Nairobi, che nel 2017 prosegue, sempre in Kenya, con Ciak! Kibera.

Attualmente è in corso il secondo progetto, CARNIVAL! Nairobi.

All’attività di artista visivo Carlo Spiga affianca quella di musicista con il progetto Makika. Dal 2010 Makika ha intrapreso un percorso di ricerca musicale nomade tra le espressioni sonore più arcaiche, come il canto gutturale, la polifonia, le strutture ritmiche circolari e il ballo, le radici più profonde dell’esperienza musicale, alla ricerca di un minimo comune denominatore tra musiche e contesti diversi.

Il repertorio di Makika abbraccia diverse tradizioni musicali come quelle della Sardegna, dell’Asia centrale, della Georgia e dell’Africa, includendo repertori moderni e contemporanei, reinterpretati in composizioni acustiche ed elettroacustiche.

Progetti in corso

BISU NDOTO con il musicista elettronico Francesco Medda “Arrogalla”.

Il progetto musicale nasce in seno al progetto di Cooperazione Internazionale tra Sardegna e Nairobi “CIAK! Kibera”, dell’associazione Cherimus e fonde suoni, voci e paesaggi tra l’isola e la capitale keniana.

PASTORE, da un idea di Gianfranco Mura, il progetto racconta il passato, il presente e il futuro della figura del pastore, attraverso le foto dello stesso Mura, il racconto di Raffaello Fusaro e le voci e le musiche di Makika e Valentina Casula.

Principali performance, collaborazioni, seminari, festival.

2017 Festival della musica sacra, Chiesa del Santo Sepolcro, Cagliari.

2017 Festival Narcao Blues (guest), Teatro Massimo, Cagliari e Barrio’s, Milano.

2016 Côte à Côte, Arrogalla – Francesco Medda, yassine balbzioui, Matteo Rubbi, Cagliari

2015 Primo festival internazionale Xöömei in the Center of Asia, Repubblica di Tuva, Russia.

2014 The Variable Series#9 workshop del percussionista giapponese Seijiro Murayama, O’, Milano.

2014 MUZETTE, con il gambista Roberto Bevilacqua, Circolo dei Lettori, Mondovì.

Nel 2010 First Symposium of the ICTM Study Group on Multipart Music, Cagliari e Irgoli.

Ultime news: